_BACHECA
19 Settembre 2019

Il Castello di Fontanabona apre le sue porte ai Due Violini


LEGGI TUTTO
_BACHECA
5 Settembre 2019

AQUILEIA MATER


LEGGI TUTTO

Sabine Meyer torna ad esibirsi a Udine

Dopo l’indimenticabile concerto di Girgory Sokolov, la stagione musicale della Fondazione Luigi Bon propone ancora un appuntamento che si preannuncia davvero imperdibile. È previsto per lunedì 25 febbraio, al Teatro Palamostre di Udine alle 20.45 e grazie alla collaborazione con l’Assessorato alla Cultura di Udine, il concerto di Sabine Meyer, la più celebre clarinettista al mondo, e del Quintetto Alliage (formato da un quartetto di sax e pianoforte).
L’atipica formazione suonerà insieme per un programma di trascrizioni spettacolari e popolari, dall’Apprendista Stregone di P. Dukas a l’Uccello di Fuoco di I. Stravinskij, dalle Danze polovesiane di A. Borodin a Scaramouche di D. Milhaud. Sarà un’occasione speciale per godere di questo incredibile impasto timbrico, brillante e malinconico, raffinato e tagliente.
Sabine Meyer ritorna a suonare a Udine in ricordo di Ferdinando Rosset, imprenditore friulano e cultore di varie espressioni artistiche tra cui la musica. Grande ammiratore della Meyer e della sublime musicalità del Suo clarinetto, Ferdinando Rosset ha realizzato, pochi mesi prima della sua scomparsa, il desiderio di far esibire la musicista nella sua città natale. Il concerto di allora fu sostenuto dallo Studio Tecnico Rosset, dalla Società IGF e dalla Fantoni di Osoppo, insieme alla Fondazione Luigi Bon. Adesso, a 10 anni dalla scomparsa di Ferdinando Rosset e grazie a Luisa Simoncini Rosset, avremo l’occasione di ascoltare nuovamente la celebre artista tedesca.
Sabine Meyer A lei si deve in parte una rinnovata posizione di rilievo in campo concertistico
del clarinetto, strumento spesso sottovalutato in ambito solistico. Ha studiato con O. Hermann
e H. Deinzer, per poi intraprendere la carriera orchestrale e diventare prima membro della
Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks e successivamente clarinetto solista ai Berliner
Philharmoniker, posizione che ha lasciato dopo un anno per l’intensifiarsi della carriera solistica.
Ha tenuto concerti con tutte le più importanti orchestra tedesche e del mondo, inclusi i Wiener
Philharmoniker, la Chicago Symphony, la London Philharmonic, la NHK Symphony di Tokyo, i
Berliner Philharmoniker. Per lei sono state scritte opere da J. Françaix, E. Denissov, T. Hosokawa,
N. Castiglioni, M. Trojahn, A. Reimann e P. Eötvös. Nel 2010 è stata insignita del “Chevalier des
Arts et des Lettres” dal governo francese. Dal 1993 insegna alla Hochschule für Musik di Lubecca.
Alliage Quintett È uno degli ensemble di sassofoni e pianoforte più creativi ed acclamati in
Europa. É stato fondato da D. Gauthier, primo professore di sassofono classico in Germania
(Hochschule für Musik di Colonia), nonché leader dell’ensemble.
Oltre a diverse trasmissioni radiofoniche, l’ensemble ha fiora pubblicato sei CD. Nel 2011
ha iniziato il suo viaggio fibesco attraverso la Russia con lo “Schiaccianoci” di Tchaikovskij e
”Shéhérazade” di Rimsky-Korsakov. In “Dancing Paris” viene catturato il fascino magico della
musica a Parigi intorno al volgere del secolo scorso con opere di autori appositamente trascritte per
il quintetto. Con questo CD ha ricevuto per la seconda volta il premio ECHO Klassik nel 2014.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X