_BACHECA
19 Settembre 2020

Di nuovo a lezione alla Città dell’Arte e della Musica


LEGGI TUTTO
_BACHECA
6 Settembre 2020

Il Coro Polifonico di Ruda chiude Armonie in Città


LEGGI TUTTO

Il Coro Polifonico di Ruda chiude Armonie in Città

Cambio di programma per l’ultimo concerto di Armonie in Città. Martedì 8 settembre sarà infatti il Coro Polifonico di Ruda a chiudere la rassegna musicale inserita nel cartellone dell’estate udinese e organizzato dall’Ente Regionale Teatrale in collaborazione con la Fondazione Luigi Bon grazie al sostegno della Regione FVG, del Mibact, di CiviBank, dello Studio Deriu.

La rassegna, quest’anno itinerante alla scoperta ogni settimana di una nuova chiesa della città, fa tappa con il suo ultimo appuntamento alla Chiesa del Sacro Cuore di Gesù e San Valentino a Udine.

La corale ambasciatrice del Friuli nel mondo, magistralmente diretta da Fabiana Noro che ha portato le voci di Ruda ad un palmares di riconoscimenti internazionali e vittorie in tutto il mondo, prosegue la ripresa dell’attività con il concerto Contrasti sonori, con la partecipazione del pianista Ferdinando Mussutto e del violoncellista Antonio Merici.

Programma di grande intensità per una collezione di brani dal tardo Ottocento ai giorni nostri, diversi dei quali appartengono al repertorio che li ha portati a ottenere primi premi in concorsi corali di grande respiro come ai World Choir Games di Graz e Pechino, e poi a Linz, Malaga, Lloret de Mar e molti altri ancora, per una tournée tra concorsi e concerti che li porta ad esibirsi in tutto il mondo. Dal repertorio russo e catalano di Chesnokov e Casals, attraverso Schubert con il “Salmo 23” e l’”Elegia” di Fauré, il programma attraverserà il mondo della canzone con “Halleluja” di Leonard Cohen e “Beautiful that way” di Nicola Piovani negli arrangiamenti di Alessandro Cadario, fino alla contemporanea con “Lux aurumque” di Eric Whitacre, “Ubicaritas” di Manolo da Rold, “Suite for Vajont” di Remo Anzovino ed “Expergisci” di Kentaro Sato.

Anche questo concerto sposa l’importante iniziativa #ARTISTITALIANI, creata dalla stessa Fondazione con a AIAM e AGIS, a sostegno dei musicisti connazionali penalizzati lavorativamente dal lockdown.

L’ingresso è libero con poche e semplici regole da seguire per vivere la musica dal vivo in tutta sicurezza.

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X