_BACHECA
24 Febbraio 2021

B-ON Il palco del Teatro pronto ogni giorno per registrazioni ed eventi on-line


LEGGI TUTTO
_BACHECA
12 Febbraio 2021

Centro per l’infanzia ad indirizzo musicale ed artistico: progetto unico e innovativo d’Italia


LEGGI TUTTO

Articoli

Open Day alla Città dell’Arte e della Musica – Centro Infanzia ad indirizzo artistico-musicale

Prendono il via le iscrizioni per il nuovo anno scolastico 2021/2022 al Centro per l’Infanzia ad indirizzo artistico-musicale della Città dell’Arte e della Musica. Rivolto ai bambini dai 3 ai 6 anni, si tratta un percorso didattico unico ed innovativo a livello nazionale, firmato dalla Fondazione Luigi Bon.

Sabato 19 dicembre, alle 17.00, ci sarà l’occasione di scoprire questa speciale realtà, grazie l’Open Day, che vedrà la presentazione a 360° dell’attività da parte delle insegnanti del Centro Infanzia.

“La Città dell’Arte e della Musica” mira a creare una vera e propria Filiera Musicale che segua il discente dai 3 anni fino ai 25, ovvero fino al possibile primo inserimento nel mondo del lavoro artistico. Una vera Città dell’Arte e della Musica quindi, un nome che è rappresentato anche dalla disposizione degli edifici della Fondazione Luigi Bon, pensati proprio come una piccola città.  Nei rinnovati locali, ristrutturati nel 2018, si trova il Centro per l’infanzia a indirizzo artistico-musicale, ultimo anello mancante della filiera educativa della Fondazione stessa. Questo progetto pedagogico nasce da un’equipe di professionisti altamente qualificati guidati dalla prof. Elisa D’Agostini e dalla dott.ssa di ricerca in psicologia dello sviluppo Giada Matricardi che da anni, lavorando sinergicamente, hanno elaborato questo modello pedagogico.

La mission della proposta educativa è quella di accogliere nella vita quotidiana la complessità del reale rendendola fruibile ai bambini attraverso la costante ricerca della ricchezza e della bellezza che essa porta con sé, mantenendo viva la scintilla del piacere alla scoperta, lo stupore del conoscere. Questo processo si realizza non solo attraverso l’impegno costante delle insegnanti nel valorizzare gli interessi dei bambini e supportare i loro autonomi percorsi di apprendimento offrendo loro una molteplicità di linguaggi (musica, arti grafiche e pittoriche, creta, angolo della luce, danza creativa, teatro, yoga, atelier del verde) attraverso cui potersi esprimere, entrare in relazione coi compagni e osservare gli oggetti di conoscenza da diverse prospettive; ma anche dedicando costante attenzione al benessere relazionale attraverso il lavoro di gruppo e alla vita comunitaria.

A conferma della qualità di questo originale progetto, alcuni grandi artisti internazionali come Mario Brunello e Grigory Sokolov hanno dimostrato il loro sostegno incontrando, in delle speciali giornate, gli allievi del Centro Infanzia.

Per tutte le informazioni la segreteria è aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 15.00 alle 17.00, o contattabile allo 0432 543049 e via e-mail a infanzia@fondazionebon.com.

Nel frattempo, è possibile scoprire il Centro Infanzia grazie ad un estratto della visita del M° Mario Brunello e al racconto di questo splendido progetto:

Mario Brunello alla Città dell’Arte e della Musica

La Filiera Musicale

 

La nostra città per Gianni Rodari: un giorno di racconti

Dai più piccoli ai più grandi, tutti possono vivere i libri e i racconti più belli, anche insieme: alla Città dell’Arte e della Musica diamo spazio alla lettura!

In questa importante giornata la Fondazione Luigi Bon propone quattro piccole iniziative, rivolte ai “visitatori” della propria Città, riscoprendo il piacere della lettura, sperimentando parole e musica, riscoprendo le filastrocche e soprattutto facendo la conoscenza di Gianni Rodari.

In programma:
– LA LETTURA INCONTRA LA MUSICA: Nella mattinata del Centro Infanzia, letture e musica si incontrano per emozionare i più piccoli con un mondo di fantasia.

– SCOPRIAMO LE FILASTROCCHE: Parole e ritmo per scoprire tutti insieme la magia delle filastrocche con i bambini dell’educazione musicale.

– RECITAR LEGGENDO: Le parole di Gianni Rodari prendono spazio e tempo, diventando recita con le voci dei ragazzi del Laboratorio Teatrale.

– UN MINUTO ALLA LETTURA: ad anticipare il concerto serale, “O vera lux”, una piccola pausa per vivere tutti gli spettatori insieme il piacere della lettura, grazie alle pagine di Gianni Rodari.

Gli eventi giornalieri si rivolgono agli allievi della Città dell’Arte e della Musica, dal Centro per l’Infanzia, ai corsi di Educazione Musicale fino ai Laboratori Teatrali; mentre l’appuntamento serale è dedicato agli spettatori del concerto barocco “O vera lux”, in scena al Teatro Luigi Bon alle 20.45

Per tutte le informazioni: info@fondazionebon.com

Scarica locandina: Un giorno di racconti

Audizioni per ensemble di Musica da Camera

La Fondazione Luigi Bon, con la sua Città dell’Arte e della Musica, ha creato un progetto educativo all’avanguardia: la prima Filiera Musicale in Italia, un percorso educativo-musicale dal Centro  per l’Infanzia fino all’ inserimento nel mondo del lavoro artistico.

Allo scopo di preparare i giovani musicisti all’inserimento nel circuito professionale, la Fondazione offre tra le sue attività una Masterclass di Musica da Camera.
Le audizioni si rivolgono a giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni, che desiderino creare un ensemble cameristico o facciano parte di un  gruppo già formato, dando l’opportunità non solo di studio e approfondimento ad alto livello, ma soprattutto di esibirsi in festival e rassegne curate dalla Fondazione stessa. Gli ensemble ritenuti idonei, infatti, riceveranno un primo vero compenso per la prestazione artistica e saranno inseriti nel cartellone principale delle iniziative mettendosi direttamente a confronto con i professionisti affermati, ospiti di chiara fama. Una vera e propria occasione per poter entrare nel mondo del lavoro.
A curare la formazione, in qualità di responsabile didattica e docente principale, è la prof.ssa Federica Repini, già docente e camerista affermata nel panorama musicale internazionale.

Per partecipare alla selezione è necessario scrivere a didattica@fondazionebon.com entro il 30 ottobre 2020, tutti i dettagli del bando su: www.fondazionebon.com
Per maggiori informazioni la segreteria è aperta dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 18.30 e sabato dalle 9.30 alle 12.00, oltre che contattabile allo 0432 543049.

 

 

Sabato trascorri un pomeriggio al Bon!

Sabato 10 ottobre, dalle 15.00 alle 17.00, la Città dell’Arte e della Musica della Fondazione Luigi Bon  riapre le sue porte per accogliere bambini, ragazzi e curiosi di conoscere più da vicino tutti gli strumenti musicali. Dopo il primo appuntamento di settembre, saranno gli insegnanti della Fondazione a mostrare e raccontare questo affascinante mondo, con tutte le sue particolarità e caratteristiche.

Un pomeriggio al Bon! è l’occasione dunque per scoprire e provare tutti gli strumenti presenti nella Città dell’Arte e della musica: pianoforte, violino, violoncello, flauto traverso, clarinetto, corno, tromba, sassofono, fagotto, chitarra classica e moderna, basso elettrico, batteria.

La musica, durante questo periodo particolarmente difficile, ci ha dimostrato quanto si possa essere uniti anche a distanza e ora, avvicinarsi a essa diventa la giusta opportunità per guardare avanti e vivere con intensità le proprie emozioni.

Tra le aule della Città dell’Arte e della Musica sarà quindi possibile conoscere tutto questo in un solo giorno, ovviamente seguendo le nuove modalità d’accesso, che permetteranno di fare nuove esperienze in totale sicurezza.

Per informazioni e prenotazioni è possibile scrivere a didattica@fondazionebon.com.

La segreteria è aperta dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 18.30 e sabato dalle 9.30 alle 12.00, oltre che contattabile allo 0432 543049.

Di nuovo a lezione alla Città dell’Arte e della Musica

La Città dell’Arte e della Musica è pronta a partire con un nuovo anno scolastico. Da lunedì 21 settembre prendono il via i numerosi corsi dell’amplia e variopinta offerta didattica firmata Fondazione Luigi Bon.

Anche quest’anno le attività musicali si rivolgono ad allievi di tutte le età: dalla Musica in Fasce, con Manuela Mansutti, per i bambini dai 0 ai 6 anni, fino ai corsi di Musica da Camera e Interpretazione Musicali con Federica Repini, insieme alle lezioni teoriche e strumentali con docenti formati ed esperti didatti, aperte anche agli adulti. Ovviamente non mancano, tra le colorate e rinnovate aule di questa Città, i Laboratori Teatrali e i corsi di canto: canto classico, canto moderno, coro delle voci bianche e Singing in English. Senza dimenticare le attività per i più grandi, come il Corso di Produzione Audio e il LabJazz.

Insomma, una vasta gamma di possibilità per imparare a conoscere la musica e il teatro o per approfondire i propri studi: tutti i corsi si possono consultare su www.fondazionebon.com.

La Città dell’Arte e della Musica è pronta ad accogliere tutti i suoi allievi con le nuove modalità d’accesso, che permetteranno di vivere le giornate in totale sicurezza, grazie a tutti gli accorgimenti necessari.

Per informazioni è possibile scrivere a didattica@fondazionebon.com.

La segreteria è aperta dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 18.30 e sabato dalle 9.30 alle 12.00, oltre che contattabile allo 0432 543049.

Un pomeriggio al Bon!

Venerdì 4 settembre, dalle 17.00 alle 19.00, la Città dell’Arte e della Musica apre le sue porte per accogliere bambini e ragazzi, curiosi di conoscere più da vicino tutti gli strumenti musicali. Saranno gli insegnanti della Fondazione Luigi Bon a mostrare e raccontare questo affascinante mondo, con tutte le sue particolarità e caratteristiche, fornendo anche spiegazioni più tecniche per illustrare al meglio l’essenza dello strumento.

La musica, durante il lockdown, ci ha dimostrato quanto si possa essere uniti anche a distanza e ora, in un momento che continua a essere così complicato, avvicinarsi a essa diventa la giusta opportunità per guardare avanti e vivere con intensità le proprie emozioni.

Un pomeriggio al Bon è l’occasione per scoprirlo, immergendosi tra tutti gli strumenti di questa Città: pianoforte, violino, violoncello, flauto traverso, clarinetto, corno, tromba, sassofono, fagotto, chitarra classica e moderna, basso elettrico, batteria.

Tra le aule della Città dell’Arte e della Musica sarà quindi possibile conoscere tutto questo in un solo giorno, ovviamente seguendo le nuove modalità d’accesso, che permetteranno di fare nuove esperienze in totale sicurezza.

Per informazioni e prenotazioni è possibile scrivere a didattica@fondazionebon.com.

La segreteria è aperta dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 18.30 e sabato dalle 9.30 alle 12.00, oltre che contattabile allo 0432 543049.

I Laboratori Teatrali continuano!

“Il teatro vive in ognuno di noi, ci aiuta a esprimere ciò che siamo e a star bene con noi stessi.”

IL TUO POSTO A TEATRO, giunto alla sua sesta edizione, è un laboratorio teatrale dedicato agli adulti e tenuto da Luca Zalateu durante il periodo estivo.

Quest’anno il sottotitolo sarà “In Presenza di Spazio”, proprio a sottolineare come gli allievi recitino nel rispetto delle norme di distanziamento sociale, ma insieme nello stesso spazio.

Da martedì 23 giugno a giovedì 16 luglio,  due appuntamenti settimanali, il martedì e il giovedì, dalle 20.45 alle 22.45 sempre alla Fondazione Luigi Bon.

Per l’iscrizione, la segreteria è contrattabile dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 18.30.

I nostri “Teatranti” al Virtual Palio 2020

Anche quest’anno i nostri ragazzi partecipano al Palio Teatrale Studentesco!

L’edizione 2020, sempre organizzata da Teatro Club Udine, si sposta on-line con l’iniziativa Virtual Palio, a cui la Fondazione Luigi Bon non poteva mancare.

Protagonisti sono gli allievi del Laboratorio di Teatro di Mara Carpi, componenti del gruppo “Teatranti“,  studenti tra i 14 e i 18 anni che da ottobre si esercitano per mettere in scena “Sogno o son desto

I ragazzi si descrivono come un gruppo vivace, pieno di energie positive. Quello che fanno è studiare assieme il copione in tutta la sua messa in scena, partendo dalla comprensione e interpretazione del testo fino al più piccolo dettaglio presente in scena. È un lavoro in cui si discute, ci si confronta e ci si aggiusta, ma incredibile un gruppo dove non si litiga mai, perché il parere dell’altro è sempre accolto come critica costruttiva.

Buona visione!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Fondazione Bon apre la scuola di musica

Neppure il Covid-19 ferma la Fondazione Luigi Bon di Colugna, che, grazie a un gruppo di lavoro all’avanguardia, ha immediatamente reso esecutive le disposizioni di legge in merito all’apertura del codice Ateco 85, relativo all’istruzione.

Grazie a un protocollo redatto da specialisti, alla sanificazione e a una serie di accorgimenti, come la misurazione della febbre, le paretine di plexiglass per le lezioni degli strumenti a fiato e canto e aule con doppio pianoforte o batteria per non toccare gli stessi strumenti, la Fondazione è riuscita a ripartire in totale sicurezza.

Il Direttore Claudio Mansutti racconta: “Alcune persone hanno paura di ricominciare a uscire e noi rispettiamo tutti, dando l’opzione delle lezioni online, ma è importante capire che è solo un palliativo senza paragone, rispetto agli approfondimenti che si possono fare in presenza.

È molto importante poi sbloccare le paure dei più piccoli, che sono chiaramente visibili in questo momento, accompagnandoli in un percorso di ritorno alla normalità. In questo abbiamo trovato grande attenzione nei genitori e nei docenti che si prodigano in tal senso”.

Nell’attesa quindi di poter riprendere anche ad ascoltare la musica dal vivo, la riapertura della scuola di musica è un segno positivo per tutta la collettività.

 

 

                   

 

 

 

 

 

 

Alla Città dell’Arte e della Musica la didattica non si ferma!

Le porte della Città dell’Arte e della Musica ora come ora sono chiuse, con i corridoi vuoti e le aule silenziose. Però, nonostante il momento difficile e delicato, la didattica non si può interrompere, quindi approda direttamente a casa degli allievi.

Con le lezioni on-line, i corsi della Fondazione Luigi Bon continuano quanto più possibile regolari. Grazie indubbiamente alle tecnologie che ci permettono una comunicazione diretta e in tempo reale, ma soprattutto all’impegno dei docenti e alla collaborazione delle famiglie.

Gli studenti, con solerzia, seguono con i propri insegnanti sia le lezioni di teoria insieme agli altri compagni, che gli appuntamenti individuali di strumento. Fondamentale è suonare insieme in questa nuova quotidianità, in cui i bambini e i ragazzi hanno bisogno di non perdere il contatto umano con il docente e di non disperdere il lavoro fatto prima della chiusura.

Anche le altre attività proseguono da lontano: se i più piccoli si dedicano alla Propedeutica Musicale ascoltando le audio-lezioni dell’insegnate dai loro salotti; i ragazzi più grandi e gli adulti non smettono di mettersi alla prova, sperimentando cosa significhi “fare Teatro” ciascuno da casa propria.

Inoltre, non manca il costante rapporto tra le maestre e gli allievi del Centro Infanzia, grazie a suggerimenti e materiali che le insegnati inviano ai genitori, perché le arti e la creatività continuino a essere una constante nelle giornate dei bambini.

Nell’attesa di poter riaccogliere tutti i propri allievi, la Città dell’Arte e della Musica non si ferma!

 

     

 

           

 

 

 

 

RESTA AGGIORNATO

ART BONUS

NAZIONALE

REGIONALE

CON IL
CONTRIBUTO DI

fvglogo
4ComTav
ertnew3
3Mibat
pagnacconew2
fondlogo
comudnew3

GLI SPONSOR

LogoCivibank
Biasinnew
LogoFeruglio
LogoOasi

I MECENATI

Nanino s.r.l.

 

 

Farmacia Colussi

dott.sse Erminia e Anna s.n.c

 

Luisa Simoncini

Valcanale Energia s.r.l.

 

 

Giorgiutti s.r.l

 

 

Edi Gobessi

Ringraziamo tutti i Mecenati

che sono voluti rimanere anonimi

Studio Deriu

Commercialisti Associati

 

Gruppo E.P. s.p.a

 

 

Giovanni Caruso

FONDAZIONE LUIGI BON

Via Patrioti, 29
33010 – Colugna di Tavagnacco (UD)

P. IVA 01614080305
C.F. 80002530303

T +39 0432 543049
info@fondazionebon.com
info@pec.fondazionebon.com

Privacy Policy

Ci trovi qui

X